Rinaturalizzazione

Progresso e tecnica contro natura? No.

Con più cautela possibile estraiamo l'argilla per le nostre tegole. Ma anche dopo l'estrazione di questa materia prima non lasciamo niente al caso. Le zone di estrazione che non vengono più utilizzate, sono restituite velocemente, ma con cautela ed in maniera ecologicamente ragionevole, alla natura. Questa ricoltivazione è un compito di cura del paesaggio di grande responsabilità. Con il delicato aiuto di nuovi stagni creiamo spazi vitali per animali e piante.

Nei prossimi mesi restituiremo per la prima volta ai contadini nella zona di Langenreichen (Provincia di Augsburg) 15 ettari di terra ricoltivata. Per prosciugare in modo naturale la nuova superficie, abbiamo creato nella zona più bassa uno stagno umido.

Nella zona di estrazione dell'argilla a Buttenwiesen nella Provincia bavarese di Dillingen/ Donau abbiamo piantato al volgere dell'anno 2003/2004 un " museo di alberi da frutta" come provvedimento di rinaturalizzazione. Su ca. 1 ettaro di superficie ricoltivata sono stati piantati ca. 150 alberi da frutta, originari da vecchi coltivazioni della Svevia e della Franconia. Ora, qui vicino alla zona di estrazione, crescono prugne, mele, pere e ciligie.

Messe 2012Messe 2012Messe 2012
Messe 2012Messe 2012Messe 2012
Messe 2012Messe 2012Messe 2012
Messe 2012Messe 2012Messe 2012
Messe 2012Messe 2012Messe 2012
Messe 2012